PAGELLE HOUSTON ROCKETS – OKLAHOMA CITY THUNDER

Dopo aver ottenuto tre vittorie consecutive contro Brooklyn Nets, Chicago Bulls e Indiana Pacers, gli Houston Rockets tornano a capitolare rovinosamente, arrendendosi al cospetto degli Oklahoma City Thunder alla Chesapeake Energy Arena. In quel di Oklahoma, infatti, i padroni di casa si impongono per 98-80, nonostante l’assenza di Russell Westbrook.

 

The Brodie assiste entusiasta al trionfo dei suoi, il settimo consecutivo, propiziato dall’ottima prestazione del collettivo di Billy Donovan, capace di mandare in doppia cifra ben sei giocatori e di chiudere il primo tempo con ben 14 lunghezze di vantaggio (45-59). Nella ripresa, la musica non cambia e i Thunder controllano agevolmente la situazione fino alla sirena del quarto periodo.

 

HOUSTON ROCKETS

 

CHRIS PAUL: 5

Altra giornata da dimenticare per CP3, che chiude con un fallo tecnico di frustrazione una partita decisamente negativa, eccezion fatta per l’elevato numero di palle recuperate, ben6, che comunque non è sufficiente a mascherare una prova da 10 punti, 2 rimbalzi e 5 assist con appena il 36% al tiro (4/11) e nessuna delle quattro triple tentate a bersaglio. 

JAMES HARDEN: 5,5

La sua prova non è da ritenere particolarmente negativa, in quanto guida la squadra per punti (19), rimbalzi (8) e assist (5), facendo registrare anche 3 recuperi e una stoppata, ma tira con appena il 37% dal campo (7/19) e il 33% da tre (4/12). È abituato a ben altre prestazioni.

GERALD GREEN: 6

Impatto tutto sommato positivo in uscita dalla panchina per il nativo di Houston, autore di 8 punti e 2 rimbalzi in appena 16’ sul parquet, col 50% al tiro (3/6) e il 40% dalla lunga distanza (2/5).

P.J. TUCKER: 6,5

Decisamente il migliore tra le fila degli ospiti, cosa del resto che si verifica spesso, anche e soprattutto quando i Rockets incassano pesanti sconfitte: per lui, infatti, 13 punti, 3 rimbalzi e 2 assist col 67% al tiro (4/6) e il 60% da dietro l’arco (3/5).

CLINT CAPELA: 6

Secondo miglior scorer dei suoi con 17 punti, il centro svizzero fa registrare anche 7 rimbalzi, 3 assist, una palla recuperata e una stoppata, tirando con un più che positivo 67% dal campo (8/12). Da lui, però, ci si aspetta qualcosa in più, soprattutto nella lotta a rimbalzo. 

 

OKLAHOMA CITY THUNDER

DENNIS SCHRÖDER: 6,5

Parte in quintetto in luogo dell’indisponibile Westbrook e non sfigura affatto, mettendo a referto 14 punti, 6 rimbalzi, 5 assist e una palla recuperata col 50% al tiro (6/12) e risultando a tratti immarcabile per la difesa dei Rockets.

TERRANCE FERGUSON: 6,5

Giornata speciale per il sophomore di OKC, sostituto dell’infortunato Roberson, che fa registrare 14 punti, 4 rimbalzi, una palla recuperata e una stoppata col 50% dal campo (5/10) e il 44% dalla lunga distanza (4/9).

PAUL GEORGE: 7,5

Nonostante le percentuali piuttosto basse al tiro (33% dal campo con 7/21 e 27% da dietro l’arco con 3/11), l’ex Indiana Pacers guida con personalità ed autorevolezza i suoi in assenza di Westbrook, mettendo a referto una doppia doppia da 20 punti, 11 rimbalzi, 6 assist e ben 6 palle recuperate e segnando canestro importanti che fanno il via alla larga vittoria dei suoi.

JERAMI GRANT: 6

Prestazione più che positiva per lui, autore di 11 punti, 6 rimbalzi e 2 assist con un ottimo 60% al tiro (3/5) e il 33% dalla lunga distanza (1/3). Dà un apporto di gran solidità alla causa dei Thunder.

STEVEN ADAMS: 7

Prestazione di grande solidità ed efficienza per il centro neozelandese, che si aggiudica il duello con Capela sotto canestro: per lui una doppia doppia da 19 punti, 10 rimbalzi, 4 assist e 2 palle recuperate con un ottimo 58% dal campo (7/12).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *