HARDEN SUL PERIODO POSITIVO: “ATTACCO RITROVATO GRAZIE ALL’IMPEGNO IN DIFESA”

Dopo un inizio di regular season decisamente negativo, con ben cinque sconfitte nelle prime sei gare stagionali, gli Houston Rockets hanno risalito la china, vincendo sei delle otto gare successive e tornando al 50% di vittorie (7-7). La schiacciante vittoria contro i campioni in carica dei Golden State Warriors per 107-86 mette in evidenza il fatto che i Razzi stiano gradualmente tornando sui loro livelli abituali.

 

Nelle ultime sette gare giocate, infatti, la squadra guidata da coach Mike D’Antoni ha concesso appena 94,8 punti a partita ai propri avversari, passando dai 117,8 incassati nelle prime sei partite stagionali (1-5) ai 105,8 attuali, tornando dunque ad avere una delle migliori difese della lega. Anche l’attacco, apparso piuttosto in difficoltà nelle prime partite, sta tornando a carburare.

 

James Harden, in questo senso, è il principale punto di riferimento del reparto offensivo, con 27.3 punti a partita, ma il Barba si sta facendo valere anche nella metà campo difensiva, avendo fatto registrare sin qui ben 2.3 palle recuperate per partita, risultando terzo alle spalle di Paul George (2.5) e del suo compagno di squadra Chris Paul (2.6).

 

“Quando hai un buon atteggiamento in fase difensiva e riesci a giocare in maniera estremamente combattiva, tende a migliorare inevitabilmente anche l’efficienza in fase offensiva.”, ha dichiarato l’MVP della scorsa regular season in merito ai notevoli progressi fatti registrare dai suoi Houston Rockets nelle ultime gare disputate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *