BUTLER ELOGIA IVERSON: “UNO DEI MIGLIORI DI SEMPRE”

Da poco trasferitosi ai Philadelphia Sixers, dopo una serie di indiscrezioni che per mesi e mesi hanno disegnato gli scenari più imprevedibili per il suo futuro in seguito alla sua richiesta di essere ceduto dai Minnesota Timberwolves, Jimmy Butler è stato finalmente accontentato.

 

Nella città dell’amore fraterno, infatti, l’ex Chicago Bulls torna a competere per obiettivi importanti, al fianco di giovani talenti già pronti per dire la loro nella lega ad alti livelli, tra cui Joel Embiid e Ben Simmons. Col suo arrivo, i Sixers sembrano ancor più forti per sfidare Boston Celtics, Toronto Raptors e Milwaukee Bucks e sedersi sul trono della Eastern Conference.

 

La guardia classe ‘89, del resto, è uno dei migliori two way players della lega e il suo innesto non può che rinforzare qualsiasi squadra, anche se i Sixers devono fare i conti con le perdite di due importanti pedine del calibro di Dario Saric e Robert Covington, che rendono meno profonda la second unit e riducono ampiamente la variante di armi a disposizione di coach Brett Brown.

 

Ciononostante, in quel di Philadelphia l’atmosfera non può che essere delle migliori per l’arrivo di un 4 volte All-Star, altrettante volte membro dell’All-NBA Defensive Team e vincitore del premio di Most Improved Player nel 2015. Butler, inoltre, è un’aggiunta degna di nota anche e soprattutto sul piano caratteriale, aspetto da non sottovalutare per una squadra sì talentuosa ma ancora piuttosto giovane e inesperta.

 

Tra i fuoriclasse che più hanno ispirato il prodotto di Marquette, selezionato con la trentesima scelta al Draft 2011 dai Chicago Bulls e rivelatosi in breve tempo una vera e propria steal, spicca Allen Iverson, uno degli idoli di gran parte dei cestisti della generazione attuale e icona della storia dei Philadelphia Sixers e non solo. I due si sono incontrati dopo la recente vittoria dei 76ers sui Phoenix Suns al Wells Fargo Center.

 

“Ho sempre guardato al modo in cui giocava Allen Iverson, è sempre stato un prezioso punto di riferimento per me. Non guardavo soltanto a ciò che era capace di fare, ma anche e soprattutto al cuore, all’emozione e alla passione che metteva in campo in ogni partita. È senza dubbio uno dei migliori di sempre.”, ha dichiarato in merito Butler. Un ottimo motivo in più per farlo entrare già nel cuore dei tifosi dei Philadelphia Sixers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *