PAGELLE MILWAUKEE BUCKS – HOUSTON ROCKETS

Dopo dieci vittorie consecutive tra le mura amiche, gli Houston Rockets perdono per 116-109 al Toyota Center contro i Milwaukee Bucks. Gli ospiti si impongono grazie anche e soprattutto al pesantissimo parziale di 38-23 con cui sembrano tagliare le gambe ai padroni di casa nel terzo quarto.

I Razzi rientrano in partita nel quarto conclusivo, portandosi anche sul -3, prima che i Bucks chiudano definitivamente la gara nel finale. Milwaukee tira meglio dal campo (48% con 44/91 contro il 38% con 32/85 di Houston), mentre i Rockets, come di consueto, fanno meglio dalla lunga distanza (37.5% con 18/48 per gli uomini di D’Antoni, appena il 30% con 8/27 per quelli di Budenholzer).

Quattro i giocatori in doppia cifra per i padroni di casa (Harden, Capela, Green e Rivers), sei per gli ospiti (Antetokounmpo, Brogdon, Middleton, Brown, Ilyasova e Bledsoe).

MILWAUKEE BUCKS

MALCOLM BROGDON: 7

Prestazione da incorniciare per il Rookie of the Year 2017, autore di ben 24 punti, 5 rimbalzi, 3 assist e una palla recuperata con un ottimo 75% dal campo (9/12) e il 100% dalla lunetta (6/6).

STERLING BROWN: 6,5

Si fa valere in uscita dalla panchina, facendo registrare 13 punti, 3 rimbalzi, 4 assist e una palla recuperata col 42% al tiro (5/12) e il 37.5% da dietro l’arco (3/8) in appena 21′.

KHRIS MIDDLETON: 6

Non una prestazione impeccabile per lui, che tira con appena il 36% dal campo (5/14), ma riesce comunque a mettere a referto 15 punti, 3 rimbalzi, 4 assist e ben 3 palle recuperate col 40% da tre (2/5).

GIANNIS ANTETOKOUNMPO: 7

Solito apporto efficiente su entrambi i lati del campo per la Furia Greca, che fa registrare una sontuosa doppia doppia da 27 punti, 21 rimbalzi (career-high), 5 assist e una palla recuperata col 50% al tiro (8/16) e il 79% ai liberi (11/14).

ERSAN ILYASOVA: 6,5

Ottimo impatto in uscita dalla panchina per l’esperto lungo turco, che in soli 17′ si rende autore di 10 punti e 7 rimbalzi col 50% al tiro (4/8) e il 100% dalla lunga distanza (2/2).

HOUSTON ROCKETS

AUSTIN RIVERS: 6,5

Gara molto positiva per l’ex Clippers e Wizards, che conferma di essersi inserito piuttosto bene nei meccanismi di gioco dei Rockets: per lui 13 punti, 4 rimbalzi, 2 assist e una stoppata col 50% dal campo (4/8) e il 43% da tre (3/7).

JAMES HARDEN: 7

Il Barba appare ancora una volta inarrestabile: per l’MVP in carica, infatti, ben 42 punti, 11 rimbalzi, 6 assist, 2 palle recuperate e una stoppata col 43% al tiro (13/30) e il 37.5% da dietro l’arco (6/16).

GERALD GREEN: 6

Pur non tirando benissimo (38.5% dal campo con 5/13 e 30% da tre con 3/10), il classe ’86 risulta essere il migliore della second unit dei suoi, facendo registrare 16 punti, 2 rimbalzi, un assist e una palla recuperata in 33′.

P.J. TUCKER: 5.5

Nonostante sfiori la tripla doppia, cosa piuttosto insolita per lui, mettendo a referto 8 punti, 7 rimbalzi, 8 assist, un recupero e una stoppata, non vive una serata particolarmente memorabile al tiro, non andando oltre il 29% dalla lunga distanza (2/7).

CLINT CAPELA: 5,5

Meriterebbe un voto positivo per l’ennesima doppia doppia stagionale da 18 punti, 13 rimbalzi, un assist e 2 stoppate, ma sotto canestro viene fortemente limitato da Brook Lopez e tira con appena il 25% dal campo (4/16).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *