PAGELLE INDIANA PACERS – HOUSTON ROCKETS

Dopo due sconfitte di fila con meno di 90 punti messi a segno, rispettivamente contro gli Oklahoma City Thunder (98-80) e i San Antonio Spurs (96-89), gli Houston Rockets tornano a vincere, raccogliendo il primo successo in casa dopo quattro ko in altrettante gare tra le mura amiche. I Razzi, infatti, superano per 115-103 gli Indiana Pacers al Toyota Center.

 

Trascinati da James Harden e Chris Paul (66 punti in due), i padroni di casa chiudono il primo tempo con ben 76 punti a referto, facendo registrare un parziale di 44-23 nel secondo quarto, per poi controllare agevolmente la situazione nella ripresa. Oltre a ciò, impressiona il dato relativo alle percentuali al tiro, finalmente positive: 48% dal campo (36/74) e 42% da dietro l’arco (20/47).

 

INDIANA PACERS

 

DARREN COLLISON: 6,5

Prova più che positiva per la point guard dei Pacers, che mette a referto 13 punti, 3 rimbalzi, altrettanti assist e una stoppata col 50% dal campo (5/10) e un ottimo 60% da dietro l’arco (3/5).

VICTOR OLADIPO: 5

Prestazione a dir poco negativa per l’ex Magic e Thunder, che si rialza progressivamente dopo un inizio da dimenticare, sfiorando sì la tripla doppia (22 punti, 10 rimbalzi, 7 assist e 2 palle recuperate per lui), ma tirando malissimo dal campo (29% con 7/24) e da oltre l’arco (30% con 3/10).

BOJAN BOGDANOVIC: 7

Ottimo apporto alla causa, soprattutto in fase offensiva: il croato ex Nets e Wizards, infatti, fa registrare ben 20 punti, 6 rimbalzi, altrettanti assist e 3 palle recuperate, tirando con buonissime percentuali sia dal campo (54,5% con 6/11) che da dietro l’arco (60% con 3/5), risultando il migliore dei suoi.

THADDEUS YOUNG: 6

Buon impatto sulla gara per lui, che tira con un più che positivo 67% dal campo (6/9), chiudendo a quota 13 punti, un rimbalzo, un assist e una palla recuperata in 23’.

MYLES TURNER: 6

Il centro classe ‘96 offre una prestazione tutto sommato positiva, rendendosi autore di 9 punti, 3 rimbalzi e un assist col 43% al tiro (3/7) e dando un contributo più che significativo in difesa, con ben 3 stoppate a referto, pur perdendo il duello con Capela.

 

HOUSTON ROCKETS

 

CHRIS PAUL: 7,5

Chiamato al riscatto dopo alcune prestazioni alquanto sottotono, CP3 risponde presente: per lui 26 punti, 5 rimbalzi, altrettanti assist e ben 3 palle recuperate col 61,5% dal campo (8/13) e il 62,5% dalla lunga distanza (5/8).

JAMES HARDEN: 8

Dopo la deludente prova al tiro con gli Spurs, il Barba si riscatta ampiamente, rendendosi protagonista di una serata da 40 punti (season-high), 7 rimbalzi, 9 assist, una palla recuperata e una stoppata col 45% al tiro (9/20) e il 44% da tre (8/18), facendo registrare anche il suo massimo in stagione per triple a bersaglio.

P.J. TUCKER: 7

Si conferma elemento imprescindibile per i suoi, mettendo a referto 12 punti e 5 rimbalzi e rivelandosi ancora una volta fondamentale per la sua capacità di mandare a bersaglio triple come fossero layups, tirando col 67% da dietro l’arco (4/6).

GARY CLARK: 6,5

Ottimo impatto per il rookie classe ‘94, che sfrutta ancora una volta la fiducia di coach D’Antoni, facendo registrare 6 punti, 8 rimbalzi, un assist, una palla recuperata e una stoppata col 40% dal campo (2/5), mettendo in mostra gran personalità in ben 32’ in uscita dalla panchina.

CLINT CAPELA: 7

Prova di grande solidità ed autorevolezza su entrambi i lati del campo per il giovane centro svizzero, autore di una prestazione da 18 punti, 7 rimbalzi, un assist e una stoppata con un ottimo 89% al tiro (8/9).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *