WIZARDS, UFFICIALE IL RITORNO DI ARIZA

Arriva la tanto attesa svolta legata alla situazione di Trevor Ariza. Dopo che la trade a tre squadre (Phoenix Suns, Washington Wizards e Memphis Grizzlies) era saltata, infatti, sembravano essere ancora in corsa le altre pretendenti, ma Suns e Wizards hanno comunque trovato il modo di portare avanti il discorso senza trovare una terza squadra.

I Memphis Grizzlies, infatti, avrebbero voluto cedere Dillon Brooks a Phoenix, con quest’ultima che si aspettava di ricevere MarShon Brooks: il clamoroso misunderstanding tra le parti ha praticamente fatto saltare una trattativa che era ormai a un passo dall’ufficialità. Dopo nemmeno un giorno, però, i Suns piazzano Trevor Ariza ai Wizards in cambio di Kelly Oubre jr. e Austin Rivers.

Tutti e tre i giocatori coinvolti nella trade sono in scadenza di contratto: Ariza ha firmato un annuale da 15 milioni con Phoenix la scorsa estate, Rivers è stato ceduto dai Clippers ai Maghi nell’ambito della trade che ha portato Marcin Gortat in California e percepisce 12 milioni fino al prossimo giugno, mentre Oubre ne guadagnerà poco più di 3.

Si tratta dell’ennesimo ritorno nella carriera di Ariza, che aveva già indossato la maglia dei Wizards dal 2012 al 2014. Il classe ‘85, che quest’anno sta viaggiando a medie di 9.9 punti, 5.6 rimbalzi, 3.3 assist e 1.5 palle recuperate col 38% al tiro e il 36% da dietro l’arco, aveva intenzione di lasciare i Suns a causa della scarsa competitività della squadra.

Attualmente ultima nella Western Conference col peggior record della lega (5-24), Phoenix accoglie una guarda affidabile qual è Rivers e un giovane 3-and-D del calibro di Oubre, mentre Washington rinforza la squadra con un giocatore d’esperienza, anch’egli capace di farsi valere sia dalla lunga distanza che per ciò che concerne la difesa perimetrale.

Una trade che accontenta tutti? Difficile dirlo, anche perché Ariza avrebbe sicuramente preferito trasferirsi in una squadra più competitiva (un ritorno ai Los Angeles Lakers o agli Houston Rockets, in questo senso, sarebbe stato probabilmente l’ideale per lui). I Wizards attualmente sono undicesimi a Est con appena 11 vittorie e ben 18 sconfitte.

Diverso, ma non troppo, il discorso relativo a Rivers, che dopo aver appreso della sua possibile cessione ha dichiarato di essere sicuro del fatto che avrebbe potuto avere un buon impatto in qualsiasi squadra, e a Oubre jr., che essendo ancora molto giovane (è in classe ‘95) potrà avere l’opportunità di mettersi in mostra in un altro contesto e firmare un accordo più remunerativo la prossima estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *